CINEMA ITALIANO: STIAMO DIVENTANDO BRAVI ANCHE NOI?

Sto assistendo ad una rinascita del cinema italiano.

La cosa mi meraviglia, da una parte, e mi inorgoglisce dall’altra.

Un movimento di giovani e meno giovani registi emergenti che, grazie ad un lavoro di osservazione, idee e scrittura, stanno traghettando il nostro cinema verso festival internazionali dove fioccano premi, riconoscimenti e apprezzamenti.

Vuoi vedere che siamo tornati ad essere capaci di fare cinema?

Dopo Cinecittà e i vari Fellini, De Sica, Avati, Leone, Monicelli, Bertolucci, Antonioni, Pasolini, Risi, Tognazzi, Comencini, insomma, i soliti grandi nomi del cinema italiano del dopoguerra, oggi assistiamo ad una rinascita, una nuova dolce vita della nostra cinematografia.

Sono moltissimi i titoli e i giovani registi che si stanno affermando in questi anni.

E tutti capaci, competenti, votati alla causa, con idee nuove, interessanti.

E insieme ai registi, un movimento di sceneggiatori, autori, scrittori, attori, tecnici che fanno ben sperare per il futuro.

Certo, qua da noi non ci sono i budget dei film americani, non ci sono delle scuole professionali internazionali, mancano le strutture e soprattutto i fondi, mancano gli investitori e i grandi produttori.

I nostri registi nascono dalla strada. Partono videomaker, poi passano dai videoclip, dagli spot sul web o in tv per poi approdare alle loro opere prime, ai festival indipendenti, ai festival minori, alle battaglie per riuscire a girare un film con budget ridotti. Alcuni partono dal web. Altri grazie alle loro idee riescono a girare dei cortometraggi con pochi euro e farsi apprezzare proprio grazie alla rete che giudica, promuove o boccia senza pietà.

Ma la perseveranza, le idee, la capacità di scrittura e di saper raccontare delle storie, quelle sono la base dei film del cinema italiano che in questi anni stanno ottenendo unanimi consensi.

Cito alcuni nomi che, secondo me, stanno giocando un ruolo importante in questi ultimi anni e, se non avete visto le loro opere, vi consiglio vivamente di andarle a vedere.

  • PAOLO GENOVESE – PERFETTI SCONOSCIUTI. Bellissimo film, ben scritto e ben girato con bravi attori
  • EDOARDO DE ANGELIS – INDIVISIBILI. Una storia nuova e commovente
  • GIUSEPPE PICCIONI – QUESTI GIORNI. Da vedere
  • ROAN JOHNSON – PIUMA. Mi ricorda la mia giovinezza (per chi mi conosce sa di cosa parlo)

film-piuma-cinema-italiano-genoa-bike-tour CINEMA ITALIANO: STIAMO DIVENTANDO BRAVI ANCHE NOI?

  • PIF – LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE. Ironico e innovativo
  • FABIO GUAGLIONE E FABIO RESINARO – MINE. Prodotto in america, un film che ricalca i grandi film americani ma con uno stile unico
  • GABRIELE MAINETTI – LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT. Effetti speciali e ottimi attori
  • SYDNEY SIBILIA – SMETTO QUANDO VOGLIO. Divertente, unico
  • MATTEO VICINO – YOUNG EUROPE. Un film di denuncia da vedere anche sul web
  • MATTEO ROVERE – VELOCE COME IL VENTO. Una gran bella produzione italiana
  • TONINO ZANGARDI – L’ESIGENZA DI UNIRMI OGNI VOLTA CON TE. Fino alla fine con il fiato sospeso per questa storia d’amore ambientata al sud

Mine_Film2016-cinema-italiano-genoa-bike-tour CINEMA ITALIANO: STIAMO DIVENTANDO BRAVI ANCHE NOI?

E poi, chiaramente, come non citare i sempre noti registi italiani che, da diversi anni, stanno dirigendo opere che sicuramente vale la pena di vedere (possono piacere o meno ma sono da vedere)

  • PAOLO SORRENTINO
  • FAUSTO BRIZZI
  • MATTEO GARRONE
  • GIUSEPPE TORNATORE
  • GABRIELE MUCCINO
  • NANNI MORETTI
  • ROBERTO BENIGNI
  • CARLO VERDONE
  • CHECCO ZALONE
  • LEONARDO PIERACCIONI

 

Il cinema italiano di oggi, purtroppo, deve fare i conti con il web.

Lo streaming illegale, i video su youtube, la tv on demand (Sky, Netflix,  ecc.) sicuramente non aiutano i nostri registi.

Così come non aiutano le sale cinematografiche che, per far cassa, lasciano in cartellone i film al massimo una o due settimane.

Però è anche vero che oggi andare al cinema costa davvero poco. Se non si sceglie la prima visione, spesso con tutte le offerte, le tessere soci, gli sconti, si può vedere un film con pochi euro.

Il mio invito è quello di andare al cinema. Solo davanti al grande schermo si può capire la capacità di un regista, il suo modo di intendere una storia e di raccontarla con le immagini.

Solo nel totale silenzio e buio di una sala cinematografica, senza distrazioni come cellulari o interruzioni pubblicitarie, si possono apprezzare i film, seguire i dialoghi, godere delle scene e apprezzare le interpretazioni degli attori, spesso giovani, emergenti e molto bravi.

Io ho scelto di andare al cinema una volta a settimana e spesso mi capita di andarci anche di più e ogni volta non rimango mai deluso.

Certo, quando compro i pop corn e accendo un mutuo per pagarli, un po’ mi sento preso in giro, ma poi si spengono le luci e inizia la magia e mi immergo totalmente nel film.

Aspetto i vostri commenti sui film sopra citati che ho apprezzato e ai quali auguro un grande futuro.

Al seguente LINK potete vedere le prossime nuove uscite e organizzare il vostro week end al cinema.

condividilo-2-1024x335 CINEMA ITALIANO: STIAMO DIVENTANDO BRAVI ANCHE NOI?

Share this page

Ciao sono Marco Bertani. Sono un blogger, un videomaker, fotografo, grafico, esperto web e anche musicista e dj. Amo viaggiare, condividere esperienze e parlare di viaggi, cinema, musica e tecnologia. Ti aspetto a Genova, una meravigliosa città, per fare un tour con le biciclette elettriche insieme a Zenaverde.com. A presto e...condividi condividi condividi!!!

Rispondi